Domenica, Gennaio 21, 2018

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

AIUTI AGLI INVESTIMENTI ALLE MICRO E PICCOLE IMPRESE

SCHEDA                                                                                                 

Obiettivo dell'azione è favorire lo sviluppo delle attività economiche delle imprese di piccole dimensioni facilitando l'accesso al credito.

I beneficiari degli aiuti agli investimenti iniziali sono:

  • 1. microimprese (impresa che occupa meno di 10 persone, realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro);
  • 2. imprese di piccole dimensioni (impresa che occupa meno di 50 persone e realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio non superiori a 10 milioni di euro);

che operano in una delle seguenti categorie:

  • a) imprese artigiane, costituite anche in forma cooperativa o consortile, iscritte negli albi di cui alla legge 443/85 (legge quadro sull'artigianato);
    • esercizi commerciali di vendita al dettaglio classificati esercizi di vicinato (esercizi con superficie di vendita non superiore a 250 mq);
    • esercizi commerciali di vendita al dettaglio classificati M1. medie strutture di livello locale con superficie di vendita da 251 a 600 mq (LR n. 11/2003);
    • servizi di ristorazione di cui al gruppo "56" della "Classificazione delle Attività economiche ATECO 2007", ad eccezione delle categorie "56.10.4" e "56.10.05";
    • attività di commercio elettronico; per commercio elettronico si intende l' attività commerciale - ovvero quella di acquisto di merci in nome e per conto proprio e la loro rivendita - svolta tramite la rete internet, mediante l' utilizzo di un portale o sito web (e-commerce).
  • b) imprese che realizzano programmi di investimento nel settore del commercio:
  • c) imprese, non iscritte negli albi di cui alla legge 443/85, che realizzano investimenti riguardanti il settore delle attività manifatturiere di cui alla sezione "C";
  • d) settore delle costruzioni di cui alla sezione "F" della "Classificazione delle Attività economiche ATECO 2007".

Settori di intervento:

  • Artigianato;
  • Commercio;
  • Manifatturiero sezione "C" del codice ATECO;
  • Costruzioni sezione "F" del codice ATECO;
  • Trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli;


  • Con Determinazione del Dirigente Servizio Artigianato Pmi e Internazionalizzazione n. 460 del 13 luglio 2009 è stata estesa la possibilità di presentazione delle domande di agevolazione anche alle "Imprese che realizzano investimenti per Servizi Asili Nido" (codice 88.91) e alle "Imprese che realizzano Investimenti per Servizi non residenziali per anziani e disabili" (codice 88.10.00) della"Classlflcazlone delle Attività economiche ATECO 2007".

    Sono esclusi:

    • turismo;
    • pesca e acquacoltura;
    • costruzione navale;
    • industria carboniera;
    • siderurgia, così come definito nell'allegato B della disciplina multisettoriale degli aiuti regionali destinati ai grandi progetti d'investimento di cui alla comunicazione numero C(2002) 315, pubblicata nella G.U.C.E. C70 del 19.3.2002;
    • fibre sintetiche;
    • attività connesse con la produzione primaria (agricoltura e allevamento);
    • trasformazione e commercializzazione dei prodotti di imitazione o di sostituzione del latte e dei prodotti lattiero-caseari;

    Le domande di ammissione devono essere presentate alla Banca a partire dal giorno di pubblicazione dell'avviso sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia.
    Per informazioni:
    Area Politiche per lo Sviluppo, il Lavoro e l'Innovazione
    Servizio Artigianato, PMI e Internazionalizzazione
    Corso Sonnino, 177
    70121 - Bari

    Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione