Domenica, Dicembre 17, 2017

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

Dieci elementi importanti per un Business Plan completo ed efficace

I dieci gli elementi importanti per un piano d'impresa completo ed efficace.

1 - Descrizione del progetto.

In modo sintetico, bisogna descrivere l'idea imprenditoriale, con una definizione analitica di ogni prodotto e di ogni servizio che si intende offrire, le caratteristiche tecniche, i materiali, i punti di forza e di debolezza, gli aspetti innovativi, il prezzo (il tutto comparato alla concorrenza).

2 - La forma giuridica della società.

3 - La compagine sociale e l'organico.

In questo capitolo, va evidenziato il profilo dei soci, con un'indicazione delle qualifiche professionali e delle esperienze precedenti. Vanno anche definiti ruoli e funzioni interne ed esterne necessarie, struttura dei compiti e loro relazioni. Il sistema di coordinamento e di gestione delle risorse umane.

4 - L'analisi del mercato.

Prima di avviare un'attività qualsiasi, è bene compiere un'accurata ricerca di mercato. In questa parte vanno evidenziati i risultati della ricerca di mercato; il target di riferimento, il trend di settore, la concorrenza, la struttura distributiva tradizionale del prodotto e del servizio che intendete offrire.

5 - La strategia di marketing.

Qui è necessario definire il piano di marketing, elaborato in relazione alla ricerca di mercato. Utilizzare la regola delle quattro P del marketing: prodotto, prezzo, place (distribuzione), promozione. Non bisogna dimenticare di individuare con precisione il bisogno di mercato che si andrà a esaudire. Con un profilo del consumatore ideale, delle sue caratteristiche e delle sue esigenze.

6 - Strumenti e prassi per il raggiungimento dell'obiettivo imprenditoriale.

In questa sede, vanno descritti tutti gli strumenti necessari al raggiungimento dell'obiettivo. Ci vuole anche una descrizione della sede produttiva (dimensioni, ubicazione, tipo di immobile, contratto di affitto-acquisto, lavori di ristrutturazione, limiti, vantaggi...), un elenco dei fornitori di materie prime. Il disegno tecnico, il processo di produzione o di erogazione del servizio, il controllo qualità, i macchinari o le tecnologie utilizzate...

7 - Gli aspetti organizzativi della società.

In modo dettagliato va definito un piano per la gestione delle risorse umane. Numero dei dipendenti a ogni livello. Curriculum professionale di tutte le figure dirigenziali (sottolineando i punti di forza di ciascuno). Tipologie contrattuali e formule di collaborazione. Il piano di assunzione di nuovo personale, i percorsi di carriera, i progetti di formazione. Orari ed eventuali turni di lavoro.

8 - Piano finanziario.

In questa parte, vanno evidenziati i dati economico-finanziari. Ci vuole prima di tutto il piano di start-up, con le fonti di finanziamento (se necessarie), i metodi e tempi di rimborso.

Ciò contempla:

- Il piano di ammortamento dell'investimento iniziale.

- Una previsione dei costi di gestione, dei flussi di cassa e dei ricavi d'esercizio. In particolare, il conto economico mensilizzato per il primo anno, il conto economico annuale per i primi tre anni, il piano dei flussi di cassa mensili per i primi 12 mesi, lo stato patrimoniale annuale per i primi tre anni.

- Un'analisi dettagliata delle fonti di copertura finanziaria.

- Le condizioni di pagamento concesse ai clienti e le condizioni richieste dai fornitori.

9 - Promozione e pubblicità.

Se nella strategia di marketing si saranno già definite le linee generali in termini di promozione, qui è necessario indicare in modo più dettagliato i piani di comunicazione pubblicitaria. In particolare, è meglio individuare gli strumenti più idonei alla promozione dell'attività dell'impresa, il messaggio che sarà oggetto della comunicazione , il tipo di investimento da sostenere nei primi anni.

10 - La motivazione

Si tratta di una parte molto personale, dove l'imprenditore esprime quali sono le ragioni profonde che lo inducono a scegliere la strada del rischio imprenditoriale. A qualcuno può sembrare inutile dichiarare la propria motivazione. In realtà si tratta di un'indicazione importante per chi sceglie di finanziare un'idea. Alle volte è la motivazione profonda dell'imprenditore e la sua determinazione a non arrendersi alle difficoltà, che consente a un'idea di diventare impresa e a un'impresa di avere successo. (“Il Business Plan” tratto da  Millionaire)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione