Giovedì, Dicembre 14, 2017

Italian English French German Portuguese Russian Spanish

L'ECONOMIA E LA PRODUZIONE INDUSTRIALE UE TORNANO A CRESCERE

Economia. Secondo i dati pubblicati venerdì 13 novembre da Eurostat, l'UE è uscita dalla recessione. Nel terzo trimestre 2009, il PIL della zona euro è infatti aumentato dello 0,4% e quello dell'UE a 27 dello 0,2% rispetto al trimestre precedente, quando i tassi di crescita erano stati rispettivamente dello 0,2% e -0,3%. Rispetto allo stesso periodo dell'anno 2008, il PIL della zona euro ha registrato una diminuzione del 4,1% e quello dell'UE a 27 del 4,3% nel corso del terzo trimestre del 2009.
I risultati variano tuttavia a seconda dei paesi. Mentre la Germania e l'Italia registrano un aumento dello 0,7% e la Francia dello 0,3%, la Spagna resta indietro, con una diminuzione del PIL dello 0,3%. Il Regno Unito resta anch'esso in recessione (-0,4%). Questa ripresa era anticipata, ma le difficoltà persistono. Nelle sue previsioni d'autunno, la Commissione europea conta su una diminuzione del PIL del 4% nella zona euro e del 4,1% nell'UE per tutto l'anno in corso. Nel 2010, la crescita dovrebbe ridiventare positiva, con lo 0,7% nelle due zone. Produzione industriale. Nel settembre 2009, la produzione industriale è aumentata dello 0,3% nella zona euro e dello 0,2% nell'UE-27 rispetto all'agosto 2009, dove è cresciuta rispettivamente dell'1,2% e dello 0,8%. Rispetto al settembre 2008, la produzione industriale è diminuita del 12,9% nella zona euro e del 12,1% nell'UE-27, stando ai dati pubblicati giovedì 12 novembre da Eurostat.
Tra il mese di agosto 2009 e quello di settembre 2009, la produzione di beni d'investimento è aumentata dell'1,7% nella zona euro e dello 0,4% nell'UE-27. Quella di beni di consumo non durevoli ha segnato una crescita rispettivamente dell'1,1% e dello 0,6%, mentre quella di beni di consumo durevoli è diminuita del 6,0% e del 4,8%. La produzione di beni intermedi è cresciuta dello 0,6% nella zona euro e dello 0,1% nell'UE-27, mentre la produzione di energia è diminuita rispettivamente del 2,1% e dell'1,4%. Per paese, la produzione industriale è aumentata in sette Stati membri, fra cui l'Irlanda (+11,2%), è diminuita in undici, in particolare in Italia (-5,3%), ed è rimasta stabile nei Paesi Bassi. Rispetto al settembre 2008, la produzione di beni d'investimento è diminuita del 18,2% nella zona euro e del 17,4% nell'UE-27. La produzione di beni di consumo non durevoli è diminuita dello 0,4% nella zona euro e dello 0,5% nell'UE-27, mentre quella di beni di consumo durevoli è diminuita rispettivamente del 17,3% e del 15,1%. La produzione di beni intermedi è diminuita del 16,0% nella zona euro e del 15,5% nell'UE-27 e la produzione di energia rispettivamente del 7,8% e dell'8,4%. In termini annuali, la produzione industriale è diminuita in tutti gli Stati membri per i quali sono disponibili dati. Le diminuzioni maggiori sono stati osservate in Estonia (-29,5%), in Finlandia (-23,2%) e in Bulgaria (-19,3%), mentre quelle più deboli lo sono state in Irlanda (-0,7%), in Polonia (-1,3%) e in Romania (-3,6%).   -         
 

Fonte: Agence Europe

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione